Consiglio regionale, ecco come é strutturato il piano regionale del turismo approvato oggi

| Categoria: Attualità
STAMPA


Presieduto dal suo Presidente Salvatore Micone si è riunito oggi il Consiglio regionale che ha 
provveduto ad esaminare ed approvare il Piano Strategico Regionale per lo Sviluppo del 
Turismo (Patto per lo sviluppo della Regione Molise-FSE 2014-2020- Delibere del CIPE 10 
agosto 2016, n.25, n.26 e 22 dicembre 2017 n.95. Area tematica, "Turismo e valorizzazione 
delle risorse naturali" - Linea d'intervento "programma integrato per lo sviluppo e la 
promozione del turismo" azione "Molise che incanta - Azioni di promozione, marketing, auto 
narrazione e comunicazione del sistema della cultura e del turismo molisani").
Ha illustrato l’argomento il Relatore, Consigliere Paola Matteo, che ha evidenziato come il 
Piano, proposto dalla Giunta regionale e messo a punto, su suo incarico, da SviluppoItalia 
Molise, si pone varie tipologie di obiettivi strategici quali: innovazione, specializzare e integrare 
l’offerta regionale; accrescere la competitività del sistema turistico regionale; sviluppare un 
marketing efficace e innovativo; realizzare una governance efficiente e partecipata nel 
processo di elaborazione e definizione del Piano strategico e delle politiche turistiche.
Il relatore ha voluto poi evidenziare come il Piano sia stato redatto a valle di una lunga e 
dettagliata fase di ascolto del territorio, amministrazioni locali e portatori di interesse, svolta 
dall’Assessore regionale al Turismo e dai rappresentanti di Sviluppoitalia Molise.
Dall’ascolto del territorio è emersa la necessità di: potenziare l’accessibilità e le 
infrastrutturazione; rafforzare la capacità ricettiva; rafforzare la qualità dell’accoglienza; 
valorizzare il “prodotto Molise”; migliorare la promozione turistica e culturale; migliorare la 
gestione dei flussi turistici e la governance dei processi; migliorare le competenze della filiera 
del turismo e della cultura.
L’atto di pianificazione -è stato evidenziato nell’illustrazione svolta con tabelle tematiche e 
riassuntive- nelle sue varie azioni operative tiene conto: della struttura demografica della 
regione; della volontà del viaggiatore tipo di ricercare l’autenticità di luoghi, utilizzando per la 
conoscenza di questi le nuove tecnologie, le OTA (on line trave agencies) e gli smartphone; 
dell’offerta di un turismo che soddisfi coloro in quali sono sensibili alle tematiche ambientale 
con servizi eco-compatibili. 
Ne scaturisce una vision del provvedimento di pianificazione che intende sviluppare la capacità 
del territorio e dei suoi abitanti di porsi accanto al turista, dalla sua parte, in termini di 
“vicinanza”, rendendolo partecipe della propria storia e della propria identità, al fine di 
costruire una “destinazione Molise”, riconoscibile e attrattiva. Si vuole, inoltre, conservare, allo 
stesso scopo, i caratteri di genuinità ed accoglienza, preservando il patrimonio fatto di stili di 
vita, cultura e matura.
Pertanto il Piano si pone 4 obiettivi di risultato: 
1. Aumento delle presenze turistiche
2. Riduzione della stagionalità
3. Aumento del Valore aggiunto del comparto turistico
4. Aumento degli Addetti nel comparto turistico.
“La regione Molise –ha sottolineato il Relatore Matteo- ha importanti potenziali di crescita 
sia in termini geografici che di servizi offerti soprattutto per ciò che concerne le 
destinazioni turistiche più importanti quali il mare e la montagna. Sebbene ci sia questo 
trend negativo, la criticità può essere trasformata in possibilità. Emergono, infatti, spazi 
ottimi da cui partire, sviluppare e rendere fruibile ciò che ancora non è sviluppato. 
Risulta, dunque, fondamentale la promozione del territorio in una regione ancora acerba 
dal punto di vista turistico che ha l’occasione di costruire un progetto sostenibile che eviti 
l’esternalizzazione dei servizi e che investa nei propri”. 
Sono intervenuti nel dibattito i Consiglieri Primiani, Fanelli, Iorio, Nola, Fontana, Greco, 
Manzo, Facciolla, del l’Assessore al turismo Cotugno e del Presidente della Giunta Toma.
Il Piano è stato approvato a maggioranza 
Il Consiglio ha quindi deciso l’individuazione dei componenti della “Commissione di studio, a 
carattere temporaneo, sull’organizzazione del Servizio Sanitario Regionale”, costituita. In particolare faranno parte della Commissione il Consigliere Paola Matteo, in rappresentanza 
del Gruppo Orgoglio Molise, il Consigliere Nicola Eugenio Romagnuolo in rappresentanza del 
Gruppo di Forza Italia, il Consigliere Quintino Pallante in rappresentanza del Gruppo Fratelli 
d’Italia, il Consigliere Aida Romagnuolo in rappresentanza del Gruppo Lega, il Consigliere 
Andrea Di Lucente in rappresentanza del Gruppo Popolari per l’Italia, il Consigliere Salvatore 
Micone (che sarà sostituito dal Consigliere Filomena Calenda) in rappresentanza del Gruppo 
dell’UDC, il Consigliere Angelo Michele Iorio in rappresentanza del Gruppo Iorio per il Molise, il 
Presidente Donato Toma in rappresentanza del Gruppo Toma Presidente, il Consigliere 
Massimiliano Scarabeo per il Gruppo Misto, il Consigliere Vittorino Facciolla in rappresentanza 
del Gruppo del Partito Democratico, il Consigliere Andrea Greco in rappresentanza del Gruppo 
Movimento 5 stelle. 

Contatti

redazione@molisecentrale.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK