ANTONIO MINADEO SALUTA I SUOI TIFOSI TRA LE MURA DEL SELVAPIANA

MINADEO E IL CAMPOBASSO, DICIOTTO ANNI D’AMORE

| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
printpreview

Campobasso - Otto campionati, 240 partite ufficiali (di cui due nei playoff di C2, 42 in Coppa e tre nel post-campionato del

‘98), tanti gol (37, di cui ottoin Coppa). Il freddo dato numerico della lunga storia tra il Campobasso e Tonino Minadeo, classe ’76, 39 anni compiuti ad inizio maggio fotografa solo fino ad un certo punto il legame tra l’uomo e la squadra, tra il giocatore e l’”idea” Campobasso, i sentimenti e cosa abbiano rappresentato l’uno per l’altra.

Una lunga carriera fatta di quattordici maglie diverse, tutte le categorie tranne la serie A fino alla Promozione, tra le altre soddisfazioni pure due vittorie in Coppa Italia di C (Gallipoli e Sorrento), e due col suo lupo, contro Faenza in D e Ponsacco in Eccellenza), tre promozioni, tre ritorni a casa, in rossoblù, in quella che era la sua casa anche quando era andato “in affitto” da un’altra parte.

Sono passati quasi diciott’anni dall’esordio con la maglia rossoblù di uno dei calciatori più rappresentativi della storia quasi centenaria del calcio campobassano. Minadeo e il Campobasso, storia di un legame profondo, a dispetto del “lascia” e “prendi” che la sua lunga carriera sta lì a dimostrare. Anche da fiero avversario, con i cugini termolesi. Con i rossoblù il “capitano” ha gioito ed ha sofferto, è venuto, è tornato, è andato via, è tornato ancora. Ma sempre con il lupo nel cuore.

Di maglie ne ha collezionate parecchie, a cominciare da quella gialla e verde del “Ripa”, sin da quando, non ancora sedicenne, viene mandato in campo da Miniello contro il Football Campobasso, in Promozione, in un recupero dal risultato a sorpresa (2-1). E’ il Termoli ad avere l’occhio lungo nell’accaparrarsi le prestazioni di “Tonino”. Con Bodi o con Vivani, Minadeo si segnala come uno dei giovani più promettentidella D. Sa fare tutto. Difendere ed anche far gol. Ovvero dimostra sin da subito di che pasta è fatto. Lo adocchia l’Avellino, lo fa esordire in serie B, e pure in C1, lo “presta” al Teramo in C2. Il Campobasso lo abbraccia nell’estate del ’97. Diciotto anni fa. Epoca Berardo, il suo primo tecnico in rosso e blu è Vittorio Belotti che lo manda in campo ad Isola Liri. Il Campobasso perde, ma Tonino per tre volte sfiora il gol.

Professione difensore, ma attaccante aggiunto. Ha solo ventun anni, ma “è già” un leader in una squadra pur composta da leader. La delusione (il Giugliano precede il lupo di un solo punto) lo porta a riprendere il suo personalissimo giro d’Italia che tocca Valenza Po e di nuovo Avellino prima di tornare (ma stavolta in C2) in Molise. Minadeo e il suo Campobasso sfiorano il salto in C1.

E’ regolarmente in campo in quel match col Taranto gratificato da un imponente cornice di pubblico. In autunno passa al Catanzaro, poi Alessandria, Andria, Gallipoli (dove passa dalla D alla C1 in un anno solare), Juve Stabia, Sorrento e un breve intermezzo a Carpi (D). Nel 2009 il secondo ritorno del capitano, che grazie ad un ripescaggio festeggia il primo salto di categoria con la maglia del lupo. Nel 2011 un’”intermezzo” a Trivento (dove, per gradire, fa pure sette gol in D), prima di tornare, per la terza ed ultima volta nel Campobasso più amato, col presidente Perrucci a capo di un’associazione di tifosi che ha firmato la rinascita, l’ennesima, del calcio cittadino. Minadeo non ci sta a
passare in osservato, e firma uno dei gol col quale a Firenze i lupi battono il Ponsacco regalandosi l’ennesimo trofeo della carriera ed al “lupo” un giorno storico. Promossi ed imbattuti al primo colpo, Minadeo e il Campobasso tornano sul quarto gradino del calcio italiano, la serie D, arrivando anche ad un ottimo quarto posto che vuol dire playoff.

Domani Tonino Minadeo saluterà il pubblico tra le mura dello stadio Selvapiana, dando l’addio al calcio giocato con l’amata maglia del “suo” Campobasso. Questa sarebbe stata l’ultima partita sull’erba dell’impianto campobassano, ma noi tutti speriamo che la lunga e gloriosa carriera del capitano si chiuda tra qualche settimana, nel proseguo del cammino del lupo nella post season di questo campionato. Prima dell’incontro con il San Nicolò la Società consegnerà a Minadeo una targa che suggellerà, senza mai porre
fine, il lungo amore tra Tonino e la sua squadra.

ANTONIO MINADEO SALUTA I SUOI TIFOSI TRA LE MURA DEL SELVAPIANA

Campobasso, 4 maggio 1976
Professione: difensore ma non solo
Secondo lavoro: capitano.

Esordio in serie B: 31 marzo 1996 Bologna-AVELLINO 4-0 (sostituisce Cozzi al 64’ sul 3-0)
Esordio in serie C1: 1^ giornata, 1 settembre 1996 Avezzano-AVELLINO 0-1
Primo gol in serie C1: 1^ giornata, 5 settembre 1999, AVELLINO-Lodigiani 2-2
Primo gol fra i professionisti: 19^ giornata, serie C2, 26 gennaio 1997, TERAMO-Turris 1-1
Prima partita ufficiale col “Campobasso”: 24 agosto 1997, Coppa Italia Dilettanti, Real Piedimonte- AC
CAMPOBASSO 0-0 (maglia numero 4).
Prima partita col “Campobasso” in campionato: 31 agosto 1997, 1^ giornata C.N.D. , Isola Liri-AC
CAMPOBASSO 1-0, Minadeo indossa la maglia numero 4.
Primo gol in gara ufficiale col Campobasso: 28 settembre 1997: 5^ giornata Pro Cisterna-CAMPOBASSO 2-2,
Minadeo firma l’1-2 al 79’.
Primo gol davanti al pubblico di Campobasso: 9 novembre 1997, 11^ giornata, al 9’ di CAMPOBASSOGiugliano
1-1)
Prima doppietta ufficiale col Campobasso: 6 gennaio 1998, andata quarti di Coppa Italia, 8' e 12’ di
CAMPOBASSO-Rieti 5-4. Minadeo ribalta la rete iniziale degli ospiti.
Prima partita in C/2 col Campobasso: 3 settembre 2000, 1^ giornata, CAMPOBASSO-Tricase 3-3 (indossa la
maglia numero 5).
Primo gol in C/2 col Campobasso: 8 ottobre 2000, 8^ giornata, Juve Stabia-CAMPOBASSO 0-1 (45’ del
primo tempo).
Primo gol in C/2 davanti al pubblico di Campobasso: 29 ottobre 2000, 11^ giornata, CAMPOBASSOCatanzaro
1-1 (66’ porta in vantaggio i rossoblù).

LA CARRIERA

1991/92 RIPALIMOSANI Pro 11-0
1992-93 RIPALIMOSANI Pro 28-2
1993-94 TERMOLI CND/h 31-3
1994/95 TERMOLI CND/f 26-4
1995/96 AVELLINO B 1-0
1996-97 AVELLINO C1/b 1-0
set-96 TERAMO C2/c 23-1
1997/98 AC CAMPOBASSO CND/g 28-7
1998/99 VALENZANA CND/a 31-5
1999/00 AVELLINO C1/b 20-2
2000/01 AC CAMPOBASSO C2/c 28-4
2001/02 AC CAMPOBASSO C2/c 6-0
nov-01 CATANZARO C2/c 7-0
2002/03 ALESSANDRIA C2/a 29-4
2003/04 FIDELIS ANDRIA C2/c 29-2
2004/05 GALLIPOLI D/h 25-7
2005/06 GALLIPOLI C2/c 26-2
2006/07 GALLIPOLI C1/b 25-0
2007/08 GALLIPOLI C1/b 3-0
gen-08 JUVE STABIA C1/b 11-0
2008/09 GALLIPOLI I div 0-0
ago-08 SORRENTO I div 23-0
2009/10 SORRENTO I div 0-0
ago-09 CARPI FC 1909 D/d 5-0
dic-09 N.CAMPOBASSO D/f 21-2
2010/11N.CAMPOBASSO II div 19-1
2011/12 ATLETICO TRIVENTO D/f 28-7
2012/13 N.CAMPOBASSO II div 31 presenze-5 goal
2013-14 CAMPOBASSO 1919- Eccellenza 27 presenze- 7 goal
2014-15 SS CITTA' DI CAMPOBASSO D/f 33 presenze- 3 goal

ALTRE PRESENZE COL CAMPOBASSO

1997/98 COPPA IT. dilettanti 13 (4 GOL) - CAMPIONATO post-season 3 (-)
2000/01 COPPA IT. serie c 4 – CAMPIONATO playoff 2 (sora-cb 0-0, cb-sora 0-1)
2001/02 COPPA IT. serie C 3 –
2010/11 COPPA IT. Legapro 3 –
2012/13 COPPA IT. Legapro 2 –
2013/14 COPPA IT. Ecc Pro + FASE NAZIONALE 15 (4 GOL)

Contatti

redazione@molisecentrale.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK