Campobasso: allo Iacp scoperti inquilini con doppia abitazione

Si indaga su altre situazioni dubbie

| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Campobasso - Anche a Campobasso, si possono trovare situazioni poco belle di quelle che poi indignano le tante persone che vivono onestamente e fanno sacrifici notevoli per arrivare alla fine del mese. E così, si scopre che anche a Campobasso ci sono situazioni paradossali, come quelle accertate dopo le verifiche della Polizia Municipale sugli inquilini di alcuni palazzi di proprietà dello Iacp a Campobasso.

In particolare casi di inquilini che continuano ad occupare l'alloggio popolare pur avendo migliorato le condizioni economiche o, come in un caso davvero paradossole dove un inquilino che pagava il canone di affitto dello Iacp nello stesso tempo affittava un'altra villetta a terzi per un prezzo ben maggiore di quello che dava all'Ente.

In una nota l'assessore Salvatore Colagiovanni, dichiara come: "La Polizia Municipale, sta lavorando sodo per fare rispettare le norme sul suolo cittadino. E l’attività posta in essere, di concerto con i funzionari e i dipendenti dell’assessorato alle Politiche Sociali, è servita per scoprire diverse situazioni di persone che non hanno mai comunicato la cessata necessità di dover usufruire degli alloggi di edilizia popolare. Stiamo parlando di cittadini che avevano acquistato casa, anche villette, non liberando le case detenute illegittimamente. In alcuni casi queste situazioni hanno portato anche reddito, avendo affittato una delle due abitazioni. L’opera ha avuto una duplice valenza: eliminare le illegittimità e permettere ad altre persone in stato di necessità, in lista di attesa, di poter finalmente usufruire della tanto attesa casa popolare. Un plauso, dunque, agli agenti della Polizia Municipale e ai dipendenti dell’assessorato alle Politiche Sociali”.

Contatti

redazione@molisecentrale.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK