Rapina alla BNL, continuano le indagini. A sparare è stato il vigilantes

Migliorano le condizioni della donna colpita da un colpo di pistola

| di Giuseppe Leone
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Campobasso - Continuano a ritmo serrato le indagini dei Carabinieri di Campobasso, sulla rapina commessa ieri mattina presso la filiale della Banca Nazionale del Lavoro di Via 24 Maggio. Sono stati ascoltati i testimoni che erano presenti in zona al momento della rapina e sono state ricostruite le dinamiche con cui i malviventi si sono impossati di 150.000 Euro. 

Secondo la ricostruzione fornita dai militari, due persone avrebbero atteso il furgone portavalori dell'Istituto di Vigilanza Aquila all'esterno dell'edificio; non appena hanno individuato la guardia giurata lo hanno costretto con la forza a consegnare il denaro, e successivamente sono fuggiti verso una Ford Focus di colore blu scuro, all'interno della quale li attendeva il terzo complice con cui si sono dileguati facendo perdere le loro tracce.

Vedendo i banditi fuggire, il vigilantes, nel tentativo probabilmente di sventare la rapina, ha esploso due colpi di pistola, uno dei quali ha colpito al braccio una donna anziana che passava li in quel momento, e che è stata poi ricoverata presso l'Ospedale Cardarelli del capoluogo dove per fortuna le sue condizioni non sono apparse gravi, e che comunque sono in netto miglioramento rispetto a ieri.

I Carabinieri hanno inoltre proceduto al sequestro dell'arma in dotazione alla guardia giurata, mentre le indagini continuano a ritmo serrato per risalire agli autori del crimine; i posti di blocco istituiti lungo le principali vie d'accesso al capoluogo, fino ad ora non hanno portato a nessun risultato concreto, anche se i controlli continueranno senza sosta.

Giuseppe Leone

Contatti

redazione@molisecentrale.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK